Come pulire la fuliggine del camino

Ecco come pulire la fuliggine del camino, con la corretta procedura e qualche consiglio:

  1. rimuovere i ciocchi di legna e la cenere spenti con una pinza;
  2. riporre ciocchi e cenere in un contenitore metallico e attendere circa 24 ore prima di buttarli (perché se non sono completamente spenti possono essere causa di incendi);
  3. non rimuovere carbone o tizzoni fumanti, il fumo è infatti composto da monossido di carbonio, che è altamente velenoso, inodore e in certi casi letale;
  4. se possedete un aspiratore specifico usatelo per rimuovere la cenere (non usare il comune aspirapolvere domestico) altrimenti usate spazzola e paletta
  5. per rimuovere la fuliggine dalle pareti della camera di combustione si può passare una spugnetta con della candeggina diluita in acqua oppure con un composto di acqua e aceto bianco ed infine asciugare con un panno. Se la fuliggine è incrostata si deve ricorrere alla carta abrasiva da strofinare facendo attenzione a non rovinare le pareti del camino

di tanto in tanto è bene pulire anche gli accessori (come la paletta, la spazzola e l’attizzatoio) con dell’olio di lino, questo eviterà le incrostazioni di ruggine

Ricordate che l’efficenza del vostro camino dipende anche dal suo tiraggio e il suo tiraggio dipende dalle condizioni della canna fumaria. La pulizia della canna fumaria dalla fuliggine è importantissima per qualunque tipo di camino.

Noi de Gli Spazzacamino di Manlio consigliamo la pulizia una volta all’anno oppure ogni circa 40 quintali di legna bruciata. La mancata rimozione delle incrostazioni di fuliggine che si forma naturalmente all’interno della canna fumaria comporta un minore rendimento termico (quindi maggiori spese) oltre a inquinare di più ed essere a maggior rischio di incendio o addirittura scoppio. Avete quindi la possibilità di procedere con una manutenzione “fai da te” o di rivolgervi a dei professionisti del mestiere come noi.

Inoltre è possibile effettuare la videoispezione della canna fumaria, che consiste nell’inserimento di una piccola telecamera dentro l’impianto fumario per verificare lo stato strutturale e la presenza di eventuali incrostazioni, disfacimenti dell’intonaco o nei peggiori casi otturazioni comportano un peggioramento del funzionamento della canna fumaria.

 

Se pensi che il tuo impianto abbia bisogno di manutenzione

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *