Come pulire la canna fumaria (da soli)

come pulire il camino e la canna fumaria da soli

Ecco come pulire la canna fumaria da soli! Lo puoi fare in due modi:

 

Se sei un amante del fai da te e ti vuoi cimentare nella pulizia della canna fumaria ecco la guida che fa per te. Sull’importanza di avere un impianto pulito ed efficiente ho già scritto questo articolo, oggi vorrei darvi qualche consiglio su come pulire il camino da soli.

Non è certo impossibile (fino qualche tempo fa nelle campagne lo facevano tutti!), il problema oggi è non far diventare la casa una carbonaia piena di fuliggine nera ed impalpabile o di rovinare i materiali con cui è fatta la canna fumaria operando quindi in sicurezza e con l’attrezzatura giusta.

Pulire il camino dal tetto

Questa modalità prevede una serie di conoscenze, abilità e norme di sicurezza che rendono l’intervento difficile al comune hobbista. È necessario innanzitutto che sul tetto sia presente una linea vita (consiste in un cavo d’acciaio fissato saldamente al tetto al quale agganciarsi a mezzo di apposite imbracature per lavorare in sicurezza), serve quindi una imbracatura a norma e non soffrire di vertigini!

Se avete questa attrezzatura e caratteristiche adeguate potete iniziare a pulire la vostra canna fumaria dall’alto. La prima cosa da fare è sigillare all’interno della casa la bocca del camino con un telo fissato con della carta gommata (che servirà a non fare uscire polvere e fuliggine).

Una volta sigillata la bocca del camino salite quindi sul tetto “armati” di un riccio (così si chiamano le spazzole per la pulizia della canna fumaria che possono essere in acciaio o plastica e le potete trovare in ferramenta. Qui una guida per dove comprare i migliori accessori per il camino), serve poi un peso per far scendere il riccio ed una corda lunga almeno un metro in più della vostra canna fumaria (vi servirà per recuperare il riccio una volta arrivati in basso).

Collegate quindi il peso al riccio e quest’ultimo alla corda, rimuovete il terminale (comignolo) ed infilatelo nella vostra canna fumaria. Il peso porterà il riccio in basso e voi lo riporterete in alto recuperando la corda spazzolando nel senso opposto. Dopo alcune passate avrete pulito la vostra canna fumaria. Prima di scendere non dimenticate di rimontare il terminale della vostra canna fumaria.

Fate ora un piccolo varco nella sigillatura della bocca del camino e con l’aiuto di una scopa senza manico e pulite accuratamente la bocca del camino e la relativa cappa.

Non ci resta che accogliere i frutti del nostro lavoro… tanto carbone! Se avete un “cenerello” (una sorta di bidone aspiratutto in ferro senza motore che si collega all’aspiratore di casa) potete raccogliere il carbone aiutandovi con quello, aspirandolo per poi gettarlo. Se non siete così “tecnologici”, potete usare una scopa e una paletta.

Consiglio: aprendo il portone di casa durante la pulizia creerete una corrente d’aria verso il camino che vi aiuterà con la polvere che inevitabilmente tenderà ad alzarsi.

Pulire il camino dall’interno

Per chi preferisce pulire il camino dall’interno (ormai il 90% dei camini viene pulito da sotto) in ferramenta troverà dei kit composti da ricci di vario diametro e bastoni flessibili giuntabili tra di loro così da raggiungere l’altezza desiderata. In questo caso, quando andremo a sigillare il nostro camino praticheremo un foro di diametro adeguato che ci permetterà di avvitare le prolunghe lavorando dall’esterno e senza polvere.

Con cautela quindi inizieremo a far salire la nostra attrezzatura spazzolando adeguatamente.
Aggiungeremo quindi prolunghe man mano sino ad arrivare in cima. Con altrettanta cautela faremmo poi discendere il nostro riccio sino alla base.
4 o 5 passate di solito sono sufficienti per ottenere una canna fumaria pulita.

A questo punto potete raccogliere i vostri “frutti” (carbone e fuliggine) come vi ho spiegato in precedenza.

Attenzione: ci tengo a precisare che questo non vuol essere un corso accelerato per spazzacamino. Ogni camino infatti ha caratteristiche e materiali diversi, termocamini, curve, ecc… se decidete quindi di intervenire in autonomia consultatevi con il vostro installatore per conoscere le caratteristiche dell’impianto fumario, oppure affidatevi alla nostra esperienza nella pulizia della canna fumaria.

Hai bisogno di uno spazzacamino?

Contattami

Summary
Come pulire la canna fumaria (da soli)
Article Name
Come pulire la canna fumaria (da soli)
Description
Se sei un amante del fai da te e ti vuoi cimentare nella pulizia della canna fumaria ecco la guida che fa per te. Sull'importanza di avere un impianto pulito ed efficiente ho già scritto questo articolo, oggi vorrei darvi qualche consiglio su come pulire il camino da soli.
Author
Publisher Name
Gli Spazzacamino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *