La stufa a metano, ecologia, potenza economicità d’esercizio

Una stufetta a metano

L’utilizzo del gas metano per alimentare le stufe risulta fruttuoso sotto vari aspetti, le stufe a gas metano non sono solo economiche, dato il basso costo del combustibile e l’alto rendimento, ma sono dotate di catalizzatori che le rendono totalmente ecologiche e sistemi di sicurezza e blocco a garanzia di sicurezza estrema.

Nel testo che segue, come sempre senza presunzione alcuna, proviamo a descriverne il funzionamento, i vantaggi offerti e le differenze tra alcuni modelli in commercio.

Grazie al rendimento termico estremamente elevato la stufa a metano è una possibile soluzione per integrare il calore nelle stanze dell’abitazione maggiormente vissute in alcuni momenti della giornata, magari quando si cena dopo una intensa giornata di lavoro o mentre il bambino fa i compiti dopo la scuola, questo senza magari avere l’esigenza di accendere la fonte di riscaldamento principale.

Le stufe a metano oggi utilizzano la tecnologia catalitica (tipo quella delle nostre autovetture per capirci) sono dotate di una cella in materiale ceramico appositamente costruita con forma a nido d’ape e rivestita con un metallo nobile, solitamente palladio, oppure rodio, o platino, questa cella rivestita ha la funzione di filtrare i fumi di combustione elevandone la temperatura così da consentire una trasformazione chimica alle cellule di metano che aumentano ancora la loro temperatura il tutto senza dispersioni ed in maniera istantanea.

Le celle ceramiche

Celle ceramiche

Le stufe a gas metano hanno il “motore” solitamente composto da tre elementi ceramici di forma rettangolare che possono essere usati singolarmente oppure in contemporanea, questi propagano raggi infrarossi e possono essere utilizzati in diverse combinazioni in base alla quantità di calore che si vuole ottenere. La potenza di ogni elemento è ormai stata standardizzata in 1400 watt (almeno sugli impianti omologati e di costruttori noti) sommando le potenze dei tre elementi otteniamo 4200 watt complessivi di energia, le stufe a metano catalitiche risultano essere potenti almeno tre volte tanto rispetto a stufe alogene o similari che solitamente possiedono potenze dell’ordine di 1000/1500 watt.

Vantaggi delle stufe a metano

Dando per scontato rendimenti estremamente elevati dobbiamo tenere conto e valutare altri aspetti positivi nell’uso di una stufa a gas metano. Vediamoli:

  • Sono veramente basic per quanto riguarda l’installazione, è sufficiente collegare con un tubo metallico dedicato la stufa alla rete del gas (non utilizzate tubi in gomma sono pericolosi), la loro installazione non richiede permessi o pratiche burocratiche, non è richiesta l’accensione da parte di personale specializzato.
  • La messa in funzione è garantita da un pizoelettrico, il funzionamento è garantito anche in mancanza di energia elettrica. Ovviamente in caso di modelli ventilati il flusso di aria calda sarà momentaneamente sospeso.
  • Sono estremamente sicure, tutti i modelli indistintamente dalle loro caratteristiche e dal loro costo sono assolutamente provvisti di valvola di sicurezza, questa in caso di spegnimento della fiamma pilota immediatamente sospende la fornitura di gas.
  • Sono di poco ingombro, non avendo la bombola con se, sono ovviamente maggiormente compatte.
  • Sono decisamente economiche, il loro valore di mercato oscilla da poco più di 100 euro per i modelli basici a non oltre i 350 per i modelli più sofisticati ed accessoriati. Se rapportate ad altre stufe che utilizzano combustibili ecologici, legna, pellet, o cippato che sia, salta subito all’occhio un divario notevole di costi per l’acquisto, a tutto favore delle stufe a metano.
  • Sono comunque ecologiche, al contrario di quanto si è portati a pensare le stufe catalitiche a metano non sono inquinanti, il loro essere catalizzate permette la trasformazione del monossido di carbonio che si produce durante la combustione in vapore acqueo e anidride carbonica, i quali tra l’altro vengono dispersi in ambiente in quantità limitate. Grazie alla catalizzazione gli odori della combustione e le particelle inquinanti vengono bloccate così che l’aria risulta essere depurata da agenti irritanti che spesso causano allergie alle vie respiratorie.
  • Ultimo ma non ultimo per chi vive in condomino le stufe a gas metano non necessitano di canna fumaria, per tutti coloro e sono tanti, impossibilitati per i motivi più svariati ad installare una canna fumaria la stufa a gas metano può essere una soluzione per avere una fonte di riscaldamento supplementare ad un costo accessibile.

Nonostante presentino una serie di innegabili vantaggi, un’estrema facilità di utilizzo, una sicurezza attiva e passiva a tutta prova di fughe di gas è comunque doveroso osservare alcune norme, peraltro facili, legate ad un corretto dimensionamento degli impianti. La dimensione del locale dove si intende posizionare una stufa a gas metano non dovrebbe essere inferiore ai 40 metri quadrati, l’ambiente dovrebbe essere dotato di una presa d’aria o comunque è necessario che nell’ambiente si abbia la possibilità di creare un ricambio d’aria costante, questo, al fine di scongiurare una pericolosa saturazione di anidride carbonica nella stanza.

Calorie per tipo di combustibile e costo per caloria

Nella tabella sottostante abbiamo riportato la potenza termica di alcuni combustibili ed il loro costo per KWH, la tabella non ha la pretesa di essere una “bibbia” vuole solo essere e dare delle indicazioni di massima. Possiamo evidenziare quanto l’uso del gas metano sia conveniente pur non essendo il meno costoso in assoluto, salta comunque subito all’occhio la sua “potenza” di combustione.

COMBUSTIBILEPOTENZA TERMICAPREZZO KWH
METANO10 kwh€ 0,093
GPL7.3 kwh€ 0.200
BIOETANOLO7 kwh€ 0,225
CIPPATO3.5 kwh€ 0,035
PELLET 4.9kwh€ 0,070
LEGNA4,2 kwh€ 0,050
GASOLIO9.6 kwh€ 0,150

Il metano non è il combustibile in assoluto più economico, ma è comunque un combustibile economico, facile, lo prendiamo direttamente dalla rete, senza bombole e senza dover portare legna su e giù.

Una stufa a metano

Stufa a metano da pavimento

L’estetica delle stufe a gas metano

Le stufe a gas metano vengono realizzate e disegnate tenendo conto che possono essere inserite in tipologie di ambienti diversi gli uni dagli altri, per questo,le loro linee sono essenziali ed improntate alla funzionalità. In commercio esistono comunque modelli da pavimento ed altri che si possono posizionare a parete, sospesi. Alcuni modelli imitano le classiche stufe a legna, almeno nelle forme. Vi sono poi alcuni modelli dedicati all’outdoor e servono per riscaldare strutture all’aperto e quant’altro, solitamente hanno forma piramidale e la fiamma viene protetta da un vetro termico allungato inserito all’interno di una griglia termica.

Avete una stufa a metano? fateci sapere la vostra esperienza!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *