Il camino sospeso

All’ultima edizione di progetto fuoco a Verona abbiamo visto crescere la proposta di camini sospesi e camini centrali.

Vediamoli assieme e cerchiamo di farcene un’idea più completa.

Possiamo prendere in considerazione di installare il nostro camino sospeso a ridosso di un muro  utilizzando una canna fumaria a parete o a soffitto, in alternativa lo possiamo lasciare sospeso al centro di una stanza come un magnifico oggetto da illuminazione.

Allo scopo di rendere i camini sospendibili vengono utilizzati per la loro costruzione materiali particolarmente leggeri, così facendo viene meno l’esigenza di farli poggiare a terra ed al contempo si creano passaggi pedonali e si incrementano gli spazi abitabili domestici.

Freestanding (così vengono chiamati i caminetti sospesi) non traggano in inganno, nonostante la totale assenza di materiale refrattario e pietra per la loro costruzione non sono assolutamente meno performanti e robusti dei camini tradizionali. Lo sviluppo di nuovi materiali e tecnologie innovative permette di creare manufatti leggeri,  estremamente  solidi  e durevoli.

La fiamma a mezz’aria che si propaga da un freestanding dona agli ambienti domestici un tocco artistico, questa innovativa tipologia di camino ben si presta a case con arredamenti piuttosto moderni e minimalisti.

La praticità di installazione di questi caminetti che possono essere installati sia ad angolo che a parete oppure completamente sospesi ne fa un prodotto vincente, si ha a che fare con un prodotto solitamente prefabbricato che arriva al vostro domicilio completo di tutto quello che occorre per la sua installazione, che risulterà a questo punto piuttosto rapida e pulita.

I camini freestanding possono essere a focolare aperto o chiuso, possono essere alimentati a legna a pellet a bioetanolo o elettrici, se i primi due tipi di combustibile necessitano di un collegamento con una canna fumaria esterna, i camini sospesi alimentati a bioetanolo o elettrici non necessitano di alcuno scarico all’esterno, questo li rende estremamente versatili ed utilizzabili praticamente ovunque.

I camini sospesi a bioetanolo o elettrici possono essere di volta in volta smontati senza particolari difficoltà e rimontati in una nuova abitazione o se preferiamo in un’altra stanza, possiamo annualmente cambiare la disposizione del nostro camino volendo, se abbiamo particolari esigenze di spazio possiamo addirittura smontarli nella stagione calda e reinstallarli al bisogno.

Alcuni freestanding  sono caratterizzati da un sistema di rotazione che consente di avere il  calore e la luce del focolare dove in quel momento la desideriamo, quelli installati a parete hanno la possibilità di ruotare di 90 o 180 gradi a seconda di come sono installati, quelli progettati per il montaggio a centro stanza possono ruotare di 360 gradi, alcuni modelli poi, non ruotano ma sono completamente avvolti da vetro ceramico così da permettere una visione del fuoco da tutte le angolazioni.

I camini sospesi non hanno trovato ad oggi un grande mercato in Italia, evidentemente  gli stili piuttosto estremi o estremamente minimalisti dei freestanding non si accostano, al momento al gusto degli Italiani che continuano a preferire i classici di sempre.

Moltissimi architetti trovano nei freestanding un valido motivo per creazioni importanti e fantasiose, se è vero che le forme dei camini sospesi sono spesso al limite del gusto Italiano, è però innegabile, che se non esageriamo con le forme i colori ed i materiali possiamo installare nella nostra casa un elemento di arredo sicuramente originale e funzionale, l’utilizzo di acciaio e superfici smaltate consente la creazione di vere e proprie opere d’arte.

Alla luce di quanto sinora detto, e valutati tutti gli aspetti è lecito aspettarsi una crescita esponenziale di caminetti sospesi, favorita, dalle esigenze di spazio delle abitazioni moderne, dalla voglia di materiali innovativi, dal piacere di stupire e stupirsi quando torniamo a casa.

I caminetti centrali non sospesi sono spesso caratterizzati da stili particolari ed eccentrici, collocati a centro stanza, solitamente di stanze abbastanza grandi, sono elementi di riscaldamento validi ed oggetti di arredo di tendenza.

Possono essere alimentati a legna, pellet, gas e  bioetanolo  quest’ultimo ha come sempre il vantaggio di non necessitare di canna fumaria. I camini centrali sono un ottimo modo per dividere grandi ambienti e creare piccole zone intime dove chiacchierare e vivere il relax.

Il focolare dei camini centrali può essere aperto oppure chiuso, alcuni modelli sono dotati di vetri scorrevoli così da poterli aprire quando si vuol sentire il crepitio della legna, la visione della fiamma solitamente è a 360 gradi. Un particolarissimo camino centrale costruiti ispirandosi ad una piramide è dotato di scarico fumi ed aspirazione aria posizionati sotto il pavimento con appositi condotti.

Un’ icona nel settore dei freestanding e dei camini centrali è rappresentata dalla produzione di JC Bordelet, caratteristica fondamentale della sua produzione è l’eccentricità. Già nel 1983 Bordelet presentava un camino sospeso, per il periodo si trattava di una scelta estremamente audace, che tuttora Bordelet insegue continuando gli studi e la sperimentazione sui camini sospesi.

Le specifiche tecniche messe a punto nel corso degli anni gli permettono di offrire un prodotto non solo bello e particolare, ma estremamente performante e funzionale, con cassetti per la raccolta delle ceneri, canna fumaria con otturatore per risolvere il problema degli eccessi di fumo in casa, ed una griglia per il carbone.

Ora che abbiamo tutti (o quasi) i dati per poter valutare l’opzione del camino sospeso fateci sapere cosa ne pensate!

Contattaci

Un camino centrale minimalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *