Il camino senza canna fumaria

Un camino elettrico in camera da letto

Noi facciamo gli spazzacamino e forse certe cose non ve le dovremmo neanche far sapere, ma tant’è…
Se non avete la possibilità di avere una canna fumaria vi diamo comunque la possibilità di godere di un caminetto: elettrico.

Un camino intagliato con mensola in marmo, elettrico con inserto ottico

Un camino elettrico finemente intagliato

Non ci fasciamo la testa pensando a spropositati consumi energetici e stratosferiche bollette per avere un camino elettrico e quindi a costi proibitivi rispetto a camini a legna o a pellet. Non sempre è così. Facciamo il punto sulle sue funzioni e cerchiamo di dare risposta ad alcune delle domande frequenti che inevitabilmente sorgono. Ad essere sinceri il camino elettrico non ha consumi eccessivi, dona il piacere della visione della fiamma e scalda pure.

Fascino da vendere, come il suo omologo a legna, ma con il plus dell’assenza di canna fumaria, mancanza inoltre totale di polveri, ceneri, odori e fatica fanno del camino elettrico un oggetto da prendere in considerazione. Il caminetto di Geppetto, così viene a volte soprannominato il caminetto elettrico (guardandolo si ha la sensazione che realmente la fiamma arda legna danzando allegramente al suo interno), ci scoraggia immediatamente dal suo acquisto pensando al caro energia ed alle bollette che assillano mensilmente tutti noi, ma siamo sicuri che corrisponda a verità?

Vi sono situazioni in cui l’acquisto e la gestioni di camini a legna sono improponibili, (vedi condomini senza spazio per lo stoccaggio o abitazioni a piani superiori dove il trasporto della legna diventa laborioso) il pellet, di suo, prevede investimenti decisamente più impegnativi, anche se poi si rivela di più facile gestione (i sacchetti da 15 chilogrammi possono essere acquistati anche singolarmente ed il confezionamento ne rende agevole la gestione).

Proviamo a fare una valutazione non di parte (cosa non facile per uno spazzacamino) prendiamo in esame caratteristiche tecniche e funzionalità.

Un camino elettrico ad incasso

           Caminetto elettrico di design contemporaneo, montato a parete

Frequentemente, girano voci che vogliono un caminetto elettrico non in grado di riscaldare tutto l’appartamento e che i suoi consumi elettrici siano spropositati, se però siamo qui a leggere quest’articolo significa che per noi è forse l’unica possibilità di godere di un camino, vuoi per problemi di spazio, vuoi perché comunque abbiamo già un fonte di riscaldamento adeguata in casa e vogliamo qualcosa che ci “coccoli” qualche ora la sera mentre siamo a riposo in soggiorno a volendo in camera da letto.

L’investimento economico derivante dall’acquisto di un’impianto a legna o pellet non è giustificato dalle esigenze analizzate al punto precedente, un camino elettrico ha costi nettamente inferiori ed è sicuramente un acquisto più centrato per le nostre attuali esigenze.

Vi sono stili e modelli di camini elettrici in grado di appagare pressoché tutti:

  • Simili ad una stufa
  • Da centro stanza con visione su quattro lati
  • Da appendere a parete come un quadro
  • Classicissimi come il camino di campagna della nonna
  • Da incasso
  • Con piedini
  • Senza piedini

e tanti altri…

Il consumo energetico accettabile ci permette di scegliere un caminetto elettrico come soluzione integrativa per il riscaldamento di appartamenti o parte di essi, questo, dove può essere piacevole o necessario in alcuni momenti della giornata rinforzare la diffusione del calore erogato dall’impianto principale.Il camino elettrico non deve dunque essere inteso come fonte di riscaldamento unica o principale.

Un camino elettrico con rivestimento in pietra

Un bell’esempio di camino elettrico con rivestimento in pietra

 

Chi deve valutare l’acquisto un camino elettrico e a chi conviene?

  • Chi abita appartamenti in condominio, il camino elettrico non necessitando ne di montaggio di canna fumaria e tantomeno di impianti di ventilazione diventa un’alternativa appetibile ai tradizionali impianti a legna o pellet. Non sono necessari lavori edili o permessi condominiali, nessun vicino si lamenterà mai che sente odore o vede fumo, non chiamerete mai uno spazzacamino… ahinoi…..
  • Il camino elettrico ci da la possibilità di trasferirlo da un ambiente ad un altro con estrema facilità (almeno la maggior parte dei modelli non da incasso ovviamente) non avendo bisogno di canna fumaria lo posizioniamo dove più ci aggrada perchè non siamo vincolati da solai a cavei per il passaggio di tubo o quant’altro.
  • Acquistiamo un prodotto chiavi in mano, quando arriva è già pronto all’uso, non necessita di montaggi o installazioni e tantomeno collaudi. Attaccata la spina saremo immediatamente operativi, potendo scegliere temperatura ottimale accensione e spegnimento anche per più volte al giorno.

I caminetti che siamo esaminando includono tutti indistintamente la vista di una fiamma tremolante, questa visione è ottenuta installando all’interno del caminetto delle luci particolari o delle fibre ottiche akl suo interno, che opportunamente comandate creano l’effetto fiamma. Il loro indiscusso design e la funzionalità che li contraddistingue trovano nella scarsa tenuta al calore il difetto maggiore, con la medesima velocità con cui scaldano un ambiente, al loro spegnimento questo si raffredda.

Assume dunque particolare importanza proprio la possibilità di poterlo spostare da un ambiente ad un altro così da utilizzarlo in quante più stanze possibili. Vanno dunque ponderate al momento dell’acquisto alcune caratteristiche come il peso, la carrellabilità e le dimensione, caratteristiche queste, che come dicevamo ne decretano o meno la possibilità di spostarlo.

Un camino elettrcio in un bagno con sauna in stile rustico

Applicazione di un camino elettrico, a voi ogni commento

Posso installare un caminetto elettrico?

L’acquisto e l’installazione di un caminetto elettrico sono molto semplici, veramente basic come abbiamo visto prima. Importante, molto importante però è una verifica delle condizioni dell’impianto elettrico che deve poter erogare in maniera continuativa e senza sforzo alcuna l’energia elettrica necessaria, il vostro elettricista di fiducia sarà in grado con un semplice sopralluogo di appurare che le condizioni sussistano.

Serve la canna fumaria per il mio caminetto elettrico?

Nessun caminetto elettrico, di qualunque forma o dimensioni esso sia necessita di canna fumaria, l’unico collegamento di cui necessita è quello alla rete elettrica.

Quanto è sicuro un caminetto elettrico?

Il caminetto elettrico è sicuro, assolutamente sicuro, ovviamente la sua installazione va valutata in base al rischio incendio del locale, lo terremo quindi staccato da pareti così da creare una circolazione d’aria, (ovviamente la regola non vale per i  modelli appositamente progettati), è inoltre importante proteggere la zona dove è presente la fiamma che anche se finta può comunque procurare scottature di una certa importanza in caso di contatto, in commercio, after market, si trovano dei parafiamma dedicati che renderanno più sicuro l’uso del camino.

Il camino elettrico scalda davvero?

Certamente, il camino elettrico altro non è che un termoconvettore, il calore viene generato da resistenze elettriche fatte poi attraversare dall’aria tramite ventilatori dedicati, viene poi aggiunto un effetto fiamma utilizzando sapientemente fibre ottiche e lampade. 

Relax in poltrona con camino elettrico

Un bel modo di far relax

Il camino elettrico si può programmare?

Si, Certo, oggi ormai tutti gli impianti di questo tipo sono dotati di termostato per la regolazione della temperatura e di timer per poter organizzare accensione e spegnimento in totale autonomia.

Posso vedere solo la fiamma senza scaldare nulla?

I modelli maggiormente evoluti ed ovviamente un po’ più evoluti (e costosi) possono prevedere che la funzione di visione della fiamma sia scorporata dall’accensione o meno delle resistenze che fanno calore. Dunque se una sera di inoltrata primavera decidiamo di regalarci un tocco di classe ed unicità in casa possiamo far brillare la fiamma del camino senza dover scaldare alcunché. 

Mi piacerebbe avere un caminetto nella mia camera da letto è possibile?

È la soluzione ideale, il caminetto elettrico si presta egregiamente ad essere installato anche negli ambienti più intimi di un’abitazione, ed inoltre non sussistendo combustione alcuna è altamente sicuro. Il caminetto elettrico rientra nella categoria dei “finti camini” come quelli a bioetanolo o a gas.

Il camino elettrico migliora la qualità dell’aria in casa, è vero?

Si possono dotare alcuni modelli di caminetto elettrico di ionizzatore, apparecchio questo in grado di migliorare l’aria dell’ambiente, interessante in situazioni di alti tassi di inquinamento con l’uso di ioni negativi (cariche elettriche in grado di catturare impurità dell’aria) migliora decisamente la qualità dell’aria.

Un camino elettrico in sala riunioni

Una bella sala riunioni

Vantaggi di un caminetto elettrico.

Acquistare un caminetto elettrico presenta diversa vantaggi:

  • Non sporca
  • Non necessita di pulizia quotidiana
  • Non è prevista una manutenzione ordinaria o straordinaria
  • All’atto dell’acquisto il prodotto è pronto all’uso senza installazione
  • I costi sono variabili come è ovvio che sia ma sono comunque alla portata di tutti
  • L’effetto fiamma è garantito
  • Non necessita di canna fumaria, nessun problema con i vicini
  • Riscalda la casa come un camino tradizionale ma senza i problemi di approvvigionamento di combustibile
  • Potete installarlo in ogni ambiente della casa senza problemi
  • Non servono prese d’aria perché non brucia alcun combustibile
  • Quando non vi serve lo spegnete e via

 

Scritto da: Manlio Marta

Summary
Il camino senza canna fumaria
Article Name
Il camino senza canna fumaria
Description
Il Camino Elettrico è sicuro? scalda davvero? è senza canna fumaria? Ecco una guida all'acquisto e un elenco dei principali Vantaggi!
Author
Publisher Name
Gli Spazzacamino
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *