Barbecue, ecco le regole da rispettare, anche in condominio

Come dovrebbe essere posizionato il nostro barbecue all’esterno ed all’interno delle nostre case? Con quali normative ci dobbiamo confrontare per il suo posizionamento? Di cosa dobbiamo tenere conto quando installiamo un barbecue nel nostro condominio? Alcuni consigli per non disturbare i vicini ed evitare multe.

Ormai il barbecue sta conquistando tutti noi, come molto di ciò che arriva oltreoceano ben presto diventa moda e diventiamo tutti curiosi e vogliosi di cimentarci in questa piacevole pratica culinaria.

Come se non bastasse la passione, il barbecue si evolve e diventa non solo strumento per cuocere in giardino, ma oggetto del desiderio con accessori dedicati, pratico, e sempre più vicino alle esigenze di ognuno di noi.

Dove andremo di volta in volta a posizionare il barbecue portatile dipende ovviamente dalla natura del terreno stesso, con pochi accorgimenti indispensabili riusciremo a posizionare correttamente un barbecue mobile. Fondamentale avere un supporto sicuro e stabile esente da eventuali traballamenti che potrebbero mettere a rischio scottature lo chef di turno, spazio sufficiente tutt’attorno per poter operare in piena sicurezza.

Un barbecue fisso invece richiede per il suo posizionamento tutta una serie di accortezze dovute proprio al suo essere “fisso” inamovibile. Perché le nostre grigliate siano un’esperienza piacevole dobbiamo prendere in esame alcuni fattori, come sempre fondamentale è la valutazione ed il rispetto delle normative vigenti in materia di utilizzo e collocazione del barbecue.

Quali possono essere le collocazioni possibili per un barbecue?

Per far “andare” un barbecue degnamente è indispensabile la presenza di un addetto “Chef” che si farà carico della sua preparazione ed accensione nonchè spesso della sua pulizia, quindi, la collocazione del barbecue deve avvenire in posti comodi, facilmente raggiungibili indifferentemente se si tratta di collocazione all’interno o all’esterno dell’abitazione.

I barbecue più conosciuti sono quelli da giardino, che solitamente vengono posizionati lungo il perimetro del giardino a ridosso di recinzioni o muretti perimetrali, esistono però oltre a questa tipologia quelli trasportabili dotati di ruote e maniglie ed agevolmente “parcheggiabili” in ogni angolo in base alla direzione del vento, oppure quelli fissi da mettere sotto una tettoia.

I barbecue da interno invece hanno forme e tecnologie decisamente più sofisticate, sono in grado di limitare la dispersione dei fumi ed abbassano il rischio di ustioni, per questi motivi sono spesso alimentati a corrente elettrica, riescono in tal modo a venire incontro alle esigenze di chi deve o vuole grigliare in ambienti chiusi.

Strepitosi e sicuramente di tendenza sono senza ombra di dubbio i barbecue portatili e quelli compatti, questi rendono la cottura alla brace un elegante momento di aggregazione, sono inoltre degli elementi di arredo importanti, in gradi di dare ad un’abitazione un tocco di classe ed eleganza non comune.

Da non dimenticare tutti quei barbecue portatili che spesso nei ristoranti specializzati in  grigliate vengono portati ai tavoli e posizionati al centro tra i commensali dando modo così ad ognuno di cuocere il suo pezzo in maniera autonoma. Questi locali hanno solitamente impianti di aspirazione centralizzati ed ogni tavolo è dotato di cappa  aspirante così da permettere la sopravvivenza a tutti all’interno del locale stesso.

Ultimi ma non ultimi tutti i barbecue prodotti in acciaio o ghisa che sono studiati per essere usati all’interno dei nostri caminetti.

Sappiamo tutti che i fumi esalati dalla cottura su di un barbecue sono piuttosto pesanti, perché impregnati di unto e grasso di cottura, quale che sia quindi la collocazione del barbecue questo necessita di un impianto fumario costruito ad hoc, che sia in grado di limitare la formazione di incrostazioni e fuliggini varie. L’alloggiamento stesso del barbecue deve essere costruito in maniera idonea, non troppo basso così da poter cucinare in sicurezza e sufficientemente solido da non creare pericolo. Una valida struttura in muratura è sicuramente la scelta ideale.

Nella scelta della Location per il barbecue dovremo tenere in considerazione l’eventuale presenza di alberi, così da starne a distanza di sicurezza, il movimento del sole rispetto al giardino è un altro fattore di confort da tenere in considerazione, se alle 18 siamo già in ombra sarà sicuramente più agevole accendere i carboni. Bambini ed animali domestici andranno tenuti a debita distanza quando i carboni saranno accesi. Sicurezza sempre e comunque.

La collocazione del barbecue: leggi e normative

Nebulosa è la situazione riguardante le normative relative all’uso dei barbecue ed alla loro collocazione in spazi comuni e non. Varie e non ben specificate sono le norme che regolano la materia, (spesso sono norme a livello comunale) e proprio questa immensa mole di norme rende la situazione poco chiara.

In realtà a ben guardare esistono delle norme generali che ci permettono di comprendere meglio il mondo dei barbecue e quindi di gestirli  nel rispetto delle regole.

Un esempio per tutti sono i barbecue alimentati a gas gpl (gas propano liquido quello delle bombole per intenderci) un regolamento ne sancisce le prescrizioni, le norme UNI CIG sulla sicurezza degli impianti alimentati a gas sono chiare, fondamentale che la bombola di alimentazione sia marchiata CE che rispetti dunque le normative in materia europee le bombole dovranno essere sempre posizionate all’ aperto e mai in locali chiusi o interrati.

Per i barbecue alimentati a legna o carbone invece valgono le norme ordinarie, quindi margini di distanza da vegetazione, abitazioni, pergolati e quant’altro. Fondamentale è scegliere location che non permettano la propagazione di fiamme in alcun modo.

Allo scopo di evitare scottature o ustioni anche gravi è importante la massima attenzione durante tutte le fasi della cottura, allego una serie di consigli al fine di evitare che una serata piacevole possa trasformarsi in qualcosa di poco gradito:

  • Animali domestici e bambini assolutamente lontani dalla zona cottura
  • Tenere tutta la zona cottura in ordine
  • Collocare il barbecue lontano da zone con vegetazione, alberi e quant’altro
  • Posizionare il barbecue su di un appoggio idoneo ed in completa sicurezza, meglio se in muratura
  • Non lasciare mai incustodita la postazione di cottura e le zone limitrofe al barbecue
  • Prima di procedere alla pulizia del barbecue ed alla sua eventuale rimozione assicurarsi che sia completamente spento e freddo
  • Non disperdere i residui (cenere, carbone avanzato) tra i rifiuti, gettatelo su di un terreno idoneo (senza vegetazione alcuna) oppure mettetelo in un contenitore di ferro
  • Non eccedete nell’uso del carbone o legna
  • Non posizionate il barbecue sotto tettoie o tensostrutture se non dotate di apposita cappa aspirante
  • Vicino al barbecue ed alla zona cottura posizionate un secchio con della sabbia pronto all’uso, verificate inoltre dove si trova l’eventuale tubo per irrigazione
  • Fate attenzione agli occhi, non amano i colpi di calore
  • Non conservate una quantità eccessiva di gpl in bombole

DOVE POSIZIONARE IL NOSTRO BARBECUE IN CONDOMINO O IN PRESENZA DI CASE VICINE?

Se è innegabile che oggi i barbecue con le loro forme e caratteristiche sono sempre più attraenti ed adattabili a qualunque tipologia di abitazione ed esigenza di cottura è altresì vero che il fumo che essi rilasciano e la loro intrinseca pericolosità in quanto dotati per loro natura di fiamma non va sottovalutata.

Il barbecue infatti in quanto attrezzo generatore di grande calore va usato correttamente ed altrettanto correttamente va collocato in posizione idonea, seguendo le direttive date dalle norme ed usando il buonsenso. Se si tratta di condominio il problema viene amplificato dalla convivenza stessa dei condomini.

Il rispetto delle norme di sicurezza, coincide anche con il rispetto dell’altrui libertà, in questo caso, e la nostra sicurezza diventa la sicurezza di tutti.

La norma che regola la tutela dei diritti e dei doveri di un utilizzatore di barbecue  nei confronti dei suoi vicini è contemplata nell’articolo 844 comma 1 del codice civile. Nel testo è ammessa l’emissione di fumi di qualunque natura (pesce carne verdure ecc) purchè non vengano superati i limiti di tollerabilità.

I fumi emanati dal barbecue possono essere ritenuti fonte di disturbo in un condominio e abbassare il livello di qualità della vita dei residenti stessi.

La corretta gestione del barbecue e buone relazioni con i vicini vi eviteranno di incorrere in richiami dal vostro amministratore di condominio o peggio di dover rispondere ad eventuali denunce di vicini.

Non è prevista una normativa neanche per quanto riguarda la collocazione del barbecue, anche in questo caso il buonsenso ed ottimi rapporti con il vicinato fanno la differenza

Buon divertimento e buon barbecue!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *